PPrenota una prova
Menu
+39 347 5221023

info@giorgiabertoldi.com

viale di Villa Pamphili 122A
Roma

Skip to Content

Blog Archives

Capelli che si spezzano: consigli e rimedi per l’acconciatura da sposa

Capelli che si spezzano: consigli e rimedi per l’acconciatura da sposa

 

Quante spose desiderano un’acconciatura corposa, piena e con una chioma fluente? Purtroppo, però, non sempre i nostri capelli sono della nostra stessa opinione: sono fragili, sfibrati e si spezzano facilmente. Don’t worry! In questo articolo vi spiego qualche rimedio per un’acconciatura perfetta anche con capelli fragili!

 

Una chioma corposa, sana e fluente è il sogno di tantissime spose che spesso sono preoccupate per lo stato dei loro capelli. Sono fragili, spenti, si spezzano facilmente e purtroppo a volte cadono. Ma come fare a tenerli lunghi per il grande giorno del “sì”?

 

In molti tendono spesso a tagliarli, levando quindi la parte rovinata e rinnovando le punte. Però, non sempre è necessario ricorrere a metodi così drastici. Vediamo insieme quali sono i rimedi e i miei consigli per un’acconciatura perfetta anche se i vostri capelli sono fragili.

 

Capelli che si spezzano: l’importanza del conditioner giusto

Nutrire, nutrire, nutrire! Dovrà essere il diktat per i vostri capelli che si spezzano, fragili e che cadono. Innanzitutto, potreste optare per alcuni conditioner di brand anche famosi che aiutano a mantenere i ponti di legamento dei capelli ed evitano la famosa doppia punta.

 

Ovviamente, i capelli che più si spezzano sono quelli sottili di natura, già stressati dal troppo uso di phon e piastre, shampoo aggressivi e acqua della doccia troppo piena di calcalare. Il mio consiglio, in questo caso, è di rendere la chioma più folta utilizzando delle extension con clip di cui vi ho parlo in questo articolo.

 

Capelli che si spezzano: tagliare? No, grazie!

Oltre alle extension, per la vostra acconciatura sposa, potrete lavorare per tempo per avere una chioma folta e corposa naturalmente. Non perdiamo di vista la possibilità di curarli per evitare di dover tagliare la parte rovinata e sfibrata.

 

Dunque, giochiamo d’anticipo! D’altronde, avrete almeno un anno o due per preparare la vostra chioma a splendere per il giorno del vostro “sì”. Dunque, oltre a un conditioner per un restyling delle punte da utilizzare una volta a settimana, cominciate a non utilizzare la piastra per un po’ di tempo.

 

Optate per una piega con phon e piastra leggera, o cercate di definirli senza sottoporli ad ulteriori stress oltre allo shampoo e all’asciugatura. Utilizzate sempre shampoo delicati e, se necessario, alternate impacchi di olio d’olive per nutrire i capelli più disidratate a maschere con miele, yogurt e avocado.

 

Nutrire i capelli dall’interno

Infine, potreste idratare e rendere più forti i capelli e le vostre unghie attraverso integratori a base di proteine come la cheratine, la metionina, cisteina, taurina e arginina, insieme a Vicamina C, Vitamina E e acido folico.

 

Capelli che si spezzano: consigli e rimedi per l'acconciatura da sposa

Giorgia Bertoldi Makeup and Hair Stylist 

READ MORE

Acconciature sposa 2020 tra chignon e Beach Waves: ecco le ultime tendenze 

Acconciature sposa 2020 tra chignon e Beach Waves: ecco le ultime tendenze 

 

Quali saranno le nuove tendenze acconciature sposa 2020 di Giorgia Bertoldi? Beach wawes e chignon morbidi ma definiti sono già le preferite dalle spose. Pronte a scegliere la vostra?

 

Capelli sciolti, raccolti in morbidi chignon, linee pulite e pettinature definite. Le acconciature sposa 2020 hanno tutte un unico comun denominatore: la semplicità e  l’eleganza.

 

Le tanto amate acconciature sposa spettinate, che sembravano appuntate o che sembravano quasi cadere, lasciano il posto a pettinature sposa più definite e ordinate. Anche in un semplice chignon, nulla è lasciato al caso.

 

Ogni ciocca di capelli è sapientemente definita, non viene più “aperta” (pensiamo ai vecchi boccoli o ai semplici ricci), ma cade leggera come un’onda accarezzando il collo. Molto richieste anche le trecce, morbide ma mai spettinate, con o senza volume alla radice. Vediamole insieme!

 

 

Acconciature sposa 2020, raccolti e chignon

 

Sono da sempre un must e sembrano confermarsi anche per questo 2020: le acconciature sposa raccolte insieme agli chignon.  Raffinate, eleganti e molto femminili, i raccolti o gli chignon sono perfetti sia con il velo che senza.

 

Considerate sempre la scollatura del vostro abito e fate tante prove prima di scegliere la vostra acconciatura preferita.

 

 

 Acconciature sposa 2020: la naturalezza delle beach waves

 

E’ una tra le acconcianture sposa (e non) preferite da tutte noi. Parliamo delle tanto amate beach waves. Morbide, naturali, semplici, stanno bene davvero a tutte, anche a coloro che hanno un taglio di capelli più corto.

 

Chiaramente, considerate sempre lo stile del vostro abito nella scelta dell’acconciatura. Se il vostro è un abito principesco, forse le beach waves non sono proprio adatte all’intero outfit. Inoltre, potrete risaltare le vostre beach waves pensando anche ad un balayage, la tecnica di schiaritura naturale dei capelli.

 

Il consiglio? Provate sempre mesi prima qualsiasi tipo di cambiamento, sia di colore che di taglio. Così che, se non dovesse andarvi bene, avrete tutto il tempo per tornare indietro o far riscrescere i vostri capelli.

 

 

Acconciature sposa 2020: trecce e chignon intrecciati

 

Versatile, morbida, la treccia e gli chignon intrecciati sono perfetti per un look fresco, naturale. Quest’anno, però, rispetto agi scorsi anni, nulla sarà lasciato al caso. La treccia, voluminosa, laterale o sulla schiena, sarà ben definita e decorata con gli accessori giusti.

 

Acconciature sposa 2020 tra chignon e Beach Waves: ecco le ultime tendenze 

 

Giorgia Bertoldi Makeup and Hairstylist

Photo Credits: Pintrest

READ MORE

Couperose e rosacea, tra le cause anche il freddo; ecco come prendersene cura

Couperose e rosacea, tra le cause anche il freddo: ecco come prendersene cura

Colpisce moltissime persone, soprattutto donne, ed è fonte di grande disagio. Tra le cause sembra esserci anche il freddo e, in generale, gli agenti atmosferici. Ma come prendersene cura? E quale tipologia di make-up prediligere? Scopriamolo insieme in questo articolo!

 

Nonostante le “gote rosse” siano spesso indice di salute e benessere, nel caso della couperose e rosacea – purtroppo – non è esattamente così. Si tratta, infatti, di una dermatite cronica benigna che, più comunemente, interessa soggetti con carnagione chiara.

 

Si presenta spesso sul viso, in particolare sulle guance, sulla fronte, sul naso ed è motivo di grande disagio per chi ne soffre. Le cause non sono ancora chiare, ma sembrerebbe che il freddo (insieme a eccessivo consumo di alcol, cibi speziati e stress), contribuirebbe a peggiorare la situazione clinica.

 

Couperose e rosacea sono la stessa cosa?

 

Ma come si distinguono queste due patologie? Secondo gli esperti, la couperose è solo uno degli stati della rosacea che, in questi termini, sembra riflettere un quadro clinico più complesso.

 

Cos’è la couperose

 

La couperose, infatti, viene definita come un inestetismo della pelle che interessa donne con più di 30 anni, che soffrono di cute sensibile e secca. Si presenta con un arrossamento intenso su alcune parti del viso come guance e naso, ma può arrivare anche al collo.

 

L’arrossamento, che inizialmente è transitorio, tende poi a trasformarsi in permanente. Il disturbo compare a causa di una grande fragilità capillare che può essere sia acquisita che congenita. Tra le cause, come detto prima, potrebbe esserci anche la sovraesposizione agli agenti atmosferici, ai raggi del sole e ad umidità.

 

Cos’è la Rosacea

 

A volte, la couperose può anche evolvere in rosacea, una vera e propria malattia infiammatoria della pelle comune sia tra le donne che tra gli uomini dopo 30 anni. Nei casi di rosacea, il viso è molto arrossato e interessato da lesioni anche brucianti e doloranti.

 

Tra le cause che portano a soffrire di rosacea, sembra che ci sia anche il forte stress, l’assunzione di alcool e i cibi particolarmente speziati.

 

Couperose e rosacea: i trattamenti

 

Per la couperose e la rosacea – e chi ne soffre lo sa – non esistono dei veri e propri trattamenti risolutivi. Normalmente, per trattare la couperose si fa riferimento a prodotti cosmetici come creme lenitive e calmanti.

 

Molto utili anche le protezioni solari con un fattore di protezione (SPF) 30 in inverno e più alta d’estate. Un’alternativa potrebbe essere anche quella di applicare foto riflettenti a base di argilla per tenere coperti i vasi sanguigni dai raggi solari.

 

Altre terapie fisiche più invasive prevedono anche di chiudere i vasi sanguigni più dilatati del viso ricorrendo al laser o alla luce pulsata, unici strumenti in grado di rendere meno visibili i segni della malattia.

 

Curare la rosacea, invece, risulta più difficile: per definire la terapia adatta bisogna tenere conto di tanti e diversi fattori, tra cui le cause scatenanti della malattia. Normalmente, si fa affidamento a farmaci vasocostrittori e antiinfiammatori. In ogni caso, se credete di aver sviluppato questa patologia, vi consigliamo di rivolgervi a uno specialista dermatologo.

 

Make-up con couperose e rosacea

 

In casi di couperose e rosacea, il make-up viene in nostro soccorso. Il primo step fondamentale sarà quello di utilizzare un primer fissativo pre make-up di colore verde, perfetto per “spegnere” le infiammazioni e i rossori presenti sul viso.

 

Secondo step, un fondotinta di altissima qualità adatto per pelli sensibili e a cui unire gocce di siero illuminante per un base super glow. Il terzo step, il blush, prevede molta cautela: stendetelo soltanto sulle parti interessate e non esagerate con il prodotto.

 

Infine, truccare gli occhi con ombretti dai toni caldi e morbidi. Unico diktat? Divieto assoluto di toni sul rossiccio per gli occhi, permessi quelli sulle labbra.

 

Couperose e rosacea, tra le cause anche il freddo: ecco come prendersene cura

 

Giorgia Bertoldi Hair and Makeup Stylist

READ MORE

Giorgia Bertoldi Make-Up Artist: “Vi presento il mio fantastico team”

Giorgia Bertoldi Make-Up Artist: “Vi presento il mio fantastico team”

Perché è importante avere un team di lavoro per un make-up artist? E quanto incide sul risultato finale dei clienti? Scopriamolo in questo articolo!

 

Vedere la felicità negli occhi di ogni sposa è l’obiettivo principale di Giorgia Bertoldi Make-Up Artist. Per raggiungerlo è fondamentale lavorare in maniera coordinata e continuativa con un team formato e orientato verso gli stessi traguardi.

 

Non esiste un numero prestabilito di collaboratrici\collaboratori di un team di make-up: fondamentale, però, è che ognuno di essi abbia la sua specializzazione ed esperienza in un preciso settore. Nel caso di Giorgia Bertoldi make-up artist, era fondamentale che le sue collaboratrici avessero esperienza nel mondo del wedding e nelle sue declinazioni.

 

Soltanto così si potranno accontentare tutte le richieste di ogni sposa!
Ma non solo: tra gli altri requisiti necessari, un collaboratore di un team di make-up deve anche sapere gestire il lavoro in maniera autonoma, avere una grande capacità di problem solving e – come sappiamo- deve armarsi di tanta pazienza!

Giorgia Bertoldi Make-Up Artist: “Ecco come coordino il mio team di lavoro”

Il team di Giorgia Bertoldi Make-up Artist è formato da 3 collaboratrici fisse, un assistente e 2 collaboratori saltuari. “Le mie collaboratrici fisse sono professioniste formate sia nel make-up che nelle acconciature – spiega Giorgia -, e hanno una importante esperienza ventennale nel mondo del wedding, del cinema e della tv”.

Le collaboratrici esterne, invece, sono di supporto necessario nei momenti di intenso lavoro. “Di solito ci aiutano come capi reparto durante un grande evento in cui, né io né le altre riusciamo a coordinare il tutto”, aggiunge Giorgia.

Le richieste delle spose vengono gestite, in primis, da Giorgia. Chi sceglie di affidarsi a lei per il giorno del suo matrimonio, dunque, si interfaccerà con Giorgia per la prima prova trucco, per poi passare a Silvia (la sua prima assistente) che si occuperà di scegliere la giusta professionista per la sposa.

“Nonostante lo stile di lavoro molto simile, ogni membro del team ha la sua personalità – continua Giorgia -. Ecco perché ognuna di noi è specializzata in precisi settori, soddisfando così qualsiasi richiesta della sposa. Sono una professionista maniaca e se affido le mie spose alle mie collaboratrici è perché mi fido. Sono davvero fenomenali”.

Giorgia Bertoldi Make-up Artist: l’importanza della formazione

Alla base di tutto ciò, la formazione di ogni collaboratore (sia esterno che fisso) è fondamentale. “Un periodo di stage insieme a me va sempre fatto, sia per quanto riguarda il make-up che le acconciature. E’ importante che il mio team capisca qual è il mio stile”.

“Il mio team è ben formato – sottolinea –. Ci conosciamo e lavoriamo da tanti anni insieme. Il segreto è essere sincronizzati in maniera perfetta e verso lo stesso obiettivo. Mi hanno seguito in questa pazzia e non c’è cosa più bella di questa”.

Giorgia Bertoldi Make-up Artist: il coraggio di avere un team

Inizialmente, Giorgia non aveva un team di collaboratori. Con il tempo e l’aumentare delle richieste, è stato necessario farsi affiancare da persone fidate che concepiscono il lavoro di look-maker per il wedding esattamente come lo vede lei.

“Le mie collaboratrici hanno un senso del dovere altissimo – aggiunge Giorgia -. Sono professioniste che, nonostante la molta esperienza, continuano a formarsi. Lavorare in un team vuol dire anche avere coraggio, perché affidare il tuo nome ad altri professionisti non è sempre semplice”.

“Posso dire che mi sento davvero serena ad affidare le spose che scelgono il mio brand alle mie collaboratrici e collaboratori. Ne vado molto orgogliosa!”, conclude Giorgia.

 

Giorgia Bertoldi Make-Up Artist: "Vi presento il mio fantastico team"

 

Giorgia Bertoldi Makeup & Hair Stylist 

READ MORE

Prova trucco sposa: ecco tutto ciò che bisogna sapere

Prova trucco sposa: ecco tutto ciò che bisogna sapere

 

Cosa chiedere? Come scegliere? Sono le domande che spesso si pone ogni bride to be prima di sottoporsi alla prova trucco sposa. Si tratta di una fase importante del vostro wedding planning dalla quale dipenderà la riuscita del vostro oufit finale.

 

Come per la scelta dell’abito da sposa, anche quella del wedding make-up merita la stessa attenzione e dedizione. Nel caso in cui abbiate poca esperienza con make-up artist e hairstylist, potreste trovarvi impacciate e in diffcoltà durante la vostra prima prova trucco sposa.

 

Come comportarsi? Cosa chiedere? Assolutamente… nulla! La vostra make-up artist di fiducia vi metterà a vostro agio facendo lei le domande giuste. Innanzitutto, è importante raccontare le vostre emozioni: quale sarà il mood delle vostre nozze? E quali sono, invece, le vostre abitudini di make-up? Quali prodotti e colori usate, se siete allergiche a qualcosa in particolare, eccetera.

 

Fondamentale sarà la fiducia che riporrete nella vostra Mua: se qualcosa non vi convince o non vi piace, non esitate a farglielo notare; non abbiate alcun timore a condividere con lei un dettaglio che non vi fa stare a vostro agio.

 

Prova trucco sposa: quando prenotarla?

 

La scelta del trucco sposa va programmata almeno 8 mesi prima delle nozze, altrimenti sarà molto difficile trovare un professionista quotato libero. Non è necessario aver già scelto l’abito per la prima prova trucco sposa: in questa fase, infatti, si testeranno diverse alternative per capire quale sia il look più adatto alla vostra personalità.

 

Chiaramente, siamo del parere che una sola prova trucco sposa non sia sufficiente. Il consiglio è, infatti, di programmarne due, a distanza di qualche settimana.

 

La prima servirà a te e alla tua Mua per capire quali sono i tuoi gusti e lo stile che vorrai seguire, mentre la seconda prova trucco sposa servirà per confermare quanto deciso prima oppure per rivedere qualche dettaglio o cambiare radicalmente l’intero make-up.

 

Fondamentale sarà aver scelto l’abito da sposa già in tempo per la seconda prova trucco: mixando make-up, hair-style e abito, riuscirete a capire se l’intero outfit è in equilibrio e armonia.

 

Prova trucco sposa: perché è così importante farla?

 

Dopo l’abito e l’hair-stylist, il make-up dovrà essere impeccabile, avere una lunga durata, resistere al caldo, al freddo e anche ai baci di amici e parenti. Dunque, come si potrà ottenere un ottimo risultato senza almeno una prova trucco sposa?

 

Il consiglio che diamo sempre è quello di non truccarvi come non avete mai fatto prima ma, anzi, di scegliere nuance in base al vostro stile, a quello dell’abito e alla vostra personalità. Sentitevi, sempre, a vostro agio.

 

Il trucco sposa servirà a rendervi ancora più belle per il giorno del vostro “Sì”, valorizzando i punti di forza e nascondendo i piccoli difetti del vostro incarnato. Infine, cercate di prenotare la vostra prova trucco sposa al mattino o durante le ore del giorno: in questo modo riuscirete a controllare la resa sulla pelle del make-up ed eventuali allergie a nuovi prodotti alla luce del sole.

 

prova trucco sposa

Giorgia Bertoldi Hair and Makeup Artist 

READ MORE