La caduta dei capelli in autunno mi è capitato di assistere ad una caduta inesorabile dei miei capelli, a tal punto di arrivare a pensare ad un possibile appuntamento dal tricologo.

mi è capitato di assistere ad una caduta inesorabile dei miei capelli, a tal punto di arrivare a pensare ad un possibile appuntamento dal tricologo.

È successo anche a voi, nessuna esclusa!

Eppure nonostante qualcuno cerchi di rassicurarci ricordandoci che ci troviamo nel famoso periodo delle  le ansie non si placano, soprattutto quando nella nostra mano rimane un bel groviglio di capelli.

Ma cominciamo con il dire che le cause possono essere molteplici, anche in combinazione l’una con l’altra.

Quello che sappiamo con certezza è che la causa originaria è l’esposizione prolungata al sole nel periodo antecedente a quello delle castagne, ovvero l’estate.

I raggi solari infatti inducono la morte cellulare anche al livello del follicolo pilifero.

Bellissima l’estate, il sole ed il mare ma poi a settembre la cura dei nostri capelli deve avere un focus maggiore proprio perché queste esposizioni prolungate tendono a danneggiarli.

Ciò non toglie che altre cause come le disfunzioni ormonali possano provocare una caduta eccessiva.

Per questo motivo quando la caduta comincia ad essere insostenibile è bene controllare gli ormoni ed il livello del ferro nel sangue.

Anche lo stress gioca un ruolo importante, anch’esso infatti può esserne una ragione e per questo motivo non va mai sottovalutato.

In ultimo i traumi, forti terapie o interventi chirurgici possono essere ulteriori cause di un problema così delicato.

Considerato il fatto che la caduta dei capelli è normale e fisiologica non ci dobbiamo assolutamente allarmare ( dopo anni finalmente me ne sono convinta!)

l’allarme scatta solo quando controllando la radice notiamo dei diradamenti notevoli.
A questo punto il rimedio deve essere pronto ed immediato.

Ho parlato recentemente in un altro articolo delle fibre toppik, le fibre di cheratina che si legano istantaneamente al capello.

La caduta dei capelli in autunno

Queste posso essere utilizzate come rimedio nei casi di diradamento in quanto parliamo di un ottimo prodotto.

Ma vale la pena ricordarci che, anche se si tratta di un prodotto molto utile, è solo un palliativo e non risolve il problema…ma lo maschera.

Quindi sì alle fibre toppik se volete uscire di casa sentendovi a vostro agio, ma la strada da prendere per una vera e propria guarigione riguarda ben altro.

Il prodotto che sul mercato, a quanto pare, dà i migliori risultati è Minoxidil Biorga 5%.

E non solo le recensioni che leggo in rete me lo suggeriscono, perché in realtà ho visto con i miei occhi chi ne ha fatto uso e come ha risolto miracolosamente i problemi di caduta e di alopecia.

Ho lavorato su chiome che hanno ripreso vitalità e lucentezza, ma soprattutto spessore e infoltimento come probabilmente non hanno mai avuto neanche nei loro periodi migliori.

L’uso di minoxidil è oltretutto molto semplice e poco impegnativo, adatto insomma anche a chi di tempo e/o voglia ne ha relativamente poco.

La caduta dei capelli in autunno

Si tratta di 7 spruzzi ed il gioco è fatto.

Senza frizionarli il che significa altro tempo guadagnato.

I 7 spruzzi vanno suddivisi sulle diverse sezioni della testa: 2 al lato destro, 2 a sinistra, 2 al centro ed 1 alla nuca.

La caduta dei capelli in autunno

È consigliato un uso prolungato per ottenerne i migliori benefici con una spesa oltretutto abbastanza contenuta.

I capelli soprattutto per una donna sono estremamente importanti, essi vanno curati in profondità occupandoci cosalute.

Perché un capello in salute puó permettersi anche di uscire di casa senza la messa in piega, basta che non diventi un’abitudine!