PPrenota una prova
Menu
+39 347 5221023

info@giorgiabertoldi.com

viale di Villa Pamphili 122A
Roma

Skip to Content

Blog Archives

Microblading: cos’è e quanto dura una tra le tecniche più amate dalle donne

Microblading: cos’è e quanto dura una tra le tecniche più amate dalle donne


Quanto sono determinanti delle belle sopracciglia per lo sguardo? E, soprattutto, quanto lo sono per il giorno del matrimonio? Scopriamo insieme in questo articolo come averle perfette con la tecnica del microblading!

Danno profondità allo sguardo, regalano fascino e ci fanno sentire semplicemente più belle. Avere delle sopracciglia perfette è una vera fortuna. Non tutta possiamo vantare delle sopracciglia folte e curate naturalmente.

Ma niente panico! Ad oggi esistono tantissime tecniche per riempirle, infoltirle e disegnarle. Una delle più innovative degli ultimi anni è il microblading. Non è dolorosa e ha anche una lunga durata. Scopriamola più da vicino!

Microblading: cos’è?

Con il microblading si introducono dei pigmenti colorati negli strati superiori della pelle. Nella pratica, si va a ridisegnare singolarmente ogni ciglio tramite degli aghi molto sottili, dando pienezza e forma alle sopracciglia. Ogni ciglio disegnato andrà a simulare il pelo sopraccigliare per un effetto assolutamente naturale.

Il microblading si differenzia dal trucco permanente, così come dal tatuaggio tradizionale. Il segreto sta in un pennino con piccole lame utilizzato, per l’appunto, per creare incisioni sullo strato superiore della pelle, introducento così il pigmento colorato.

 

Microblading: quanto dura?

Trattandosi di una tecnica di trucco semipermanente, la durata del microblading va dai 4 ai 6 mesi. Si tratta comunque di una durata soggettiva: molto, infatti, dipende dal tipo di pelle della paziente e dal modo in cui viene eseguito l’intero trattamento.

Ecco perché è fondamentale rivolgersi sempre a professionisti esperti specializzati in microblading che seguano tutte le norme igienico-sanitarie e che realizzino un lavoro in perfetta armonia con tutto il resto del viso. Per un risultato ottimale e definito, sarà necessario riprendere il disegno periodicamente, soprattutto perché i pigmenti tenderano nel tempo a sbiadirsi.

 

Microblading e matrimonio: quando farla?

Scegliere la tecnica del microblading anche per il giorno del vostro matrimonio è un’idea perfetta per completare il vostro trucco sposa. Il consiglio, però, è di non farla a ridosso del matrimonio. L’ideale è almeno 6 mesi prima delle nozze, per ribatterlo poi dopo 35\45 giorni.

Seguendo queste tempestiche, avrete il tempo di abituarvi al vostro nuovo sguardo e di evitare anche brutte sorprese nel caso in cui non vi piacesse. Infine, è assolutamente sconsigliato mettere creme nei giorni immediatamente successivi il trattamento: il rischio è di rovinare l’intero lavoro, considerando che i pigmenti colorati non si sono ancora asciugati del tutto.

 

Microblading: cos'è e quanto dura una tra le tecniche più amate dalle donne

Giorgia Bertoldi Makeup and Hair Stylist 

READ MORE

Pelle secca nemica del make-up: beauty tricks da non perdere

Pelle secca nemica del make-up: beauty tricks da non perdere

 

Sappiamo bene quanto possa essere fastidiosa la pelle secca: pellicine, macchie, colorito spento e chi più ne ha più ne metta. Ma come trattarla al meglio e quali prodotti make-up utilizzare? Scopriamolo insieme in questo articolo!

 

Difficile da trattare come la pelle grassa, la pelle secca necessita di cure e attenzioni particolari, soprattutto nella scelta dei prodotti make-up giusti. Pellicine in bella mostra, pelle che tira, rossori e macchie: le difficoltà non sono poche.

 

Normalmente una pelle secca si nota meno di una pelle grassa con brufoli ed eccesso di sebo h24. Eppure, crea diversi disagi a chi ce l’ha, soprattutto quando arriva il momento del make-up. Ma nulla è impossibile! Vediamo insieme qualche trucchetto 😉

 

 Pelle secca: cosa è?

Prima di scoprire quali prodotti utilizzare, è importante chiarire cosa intendiamo per pelle secca. Questo ci aiuterà a riconoscerla e sapere di preciso che beauty routine seguire e quali prodotti evitare.

 

Si parla di pelle secca quando la cute non riesce a produrre sebo a sufficienza. Una pelle secca ha un aspetto sottile e fragile, appare visibilmente poco elastica, disidratata e anche desquamata.

 

La secchezza può interessare tutte le parti del viso, ma si concentra sul naso, sulle guance e anche nella zona del contorno occhi.

 

Le sue caratteristiche sono:

  • Sensazione di “pelle che tira”
  • Pori dilatati
  • Pelle poco tonica e particolarmente sensibile
  • Punti neri
  • Macchie
  • Colorito spento

 

Pelle secca: quale make-up scegliere?

 

Indubbiamente, una pelle secca ha bisogno di una profonda idratazione e di nutrimento. Dunque, cominciarla a curare dall’interno, bevendo almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno, sarà sicuramente utile.

 

Per ciò che riguarda la scelta del make-up adatto, è consigliabile utilizzare prodotti dalla texture liquida, dal fondotinta al blush. “No” a polveri o a correttori cremosi, in mousse o pastosi: potrebbero evidenziare ancora di più le pellicine e i segni di espressione.

 

Anche il primer (idratante) potrebbe essere un grande alleato. Non solo per pelli grasse che devono limitare la lucidità: a voi regalerà una base di nutrimento fondamentale per un trucco long lasting senza pellicine e desquamazioni.

 

Insieme al primer, anche il blush è perfetto per voi. Con un incarnato spento come il vostro, un buon blush saprà regalarvi luce e freschezza. Per quanto belli, è meglio dire “No” ai rossetti mat, dalla texture troppo secca  e asciutta per voi: meglio optare per un rossetto cremoso e un gloss idratante e luminoso.

 

Infine, per la scelta del fondotinta, vi consigliamo di rinunciare a prodotti troppo pigmentati: le formule BB Cream o DD Cream, insieme alle creme colorate sono perfette per voi!

 

Pelle secca nemica del make-up: beauty tricks da non perdere

Giorgia Bertoldi Makeup and Hair Stylist 

Photo Credits: web

READ MORE

Acconciatura sposa per capelli ricci: consigli e ispirazioni per chiome ribelli

Acconciatura sposa per capelli ricci: consigli e ispirazioni per chiome ribelli

I capelli ricci sono un preoccupazione per le vostre nozze? Don’t worry! Se ben valorizzata, la vostra chioma ribelle si trasformerà  in qualcosa di veramente strepitoso! Pronte a scoprire come? Leggete questo articolo. I capelli ricci sono un preoccupazione per le vostre nozze? Don’t worry! Se ben valorizzata, la vostra chioma ribelle si trasformerà  in qualcosa di veramente strepitoso! Pronte a scoprire come? Leggete questo articolo.

 

E’ il dilemma delle spose ricce: li stiro o li tengo ricci? Care sposine, non preoccupatevi! I vostri capelli, ribelli o no, per il giorno delle vostre nozze saranno curati, domabili e vi regaleranno un look fantastico.

 

Sarà fondamentale trovare l’acconciatura sposa per capelli ricci adatta a voi, ai vostri gusti e, indubbiamente, allo stile del vostro abito nonché al vostro make-up sposa. Alle nostre spose ricce consigliamo sempre di mantenere il loro riccio naturale anche per il giorno delle proprie nozze, evitando stirature forzate.

 

Acconciatura sposa per capelli ricci: sì a raccolti o code laterali


Tra le nostre clienti ricce le richieste sono sempre le stesse: “Vorrei un’acconciatura sposa per capelli sciolti, così da sentirmi sistemata”; oppure: “Non posso osare per un’acconciatura particolare con i miei capelli ribelli, meglio tenerli sciolti”.

 

Niente di più sbagliato! Anche le ricce possono permettersi acconciature raccolte o semi raccolte con fermagli gioiello o fiori (di tendenza negli ultimi anni), o code e raccolti laterali, che regalano un bel volume e possibilità di personalizzazione.

 

Fondamentale sarà definire ogni riccio. In commercio esistono tantissime tipologie di ferro, dal classico di diverse dimensioni, ai conici fino addirittura a quelli quadrati, utilissimi per rendere il riccio ancora più definito e naturale.

 

Acconciatura sposa per capelli ricci: l’importanza dei trattamenti idratanti


Per ottenere il meglio dalla vostra chioma ribelle, sarà necessario idratare e curare i capelli quotidianamente con prodotti e soluzioni, soprattutto nei periodi precedenti il matrimonio. Evitate il crespo e cercate prodotti in grado di donare lucentezza ed elasticità.

 

Sarà fondamentale pulire bene la l’attaccatura per evitare un effetto crespo evidente, soprattutto per chi ha dei capelli molto ricci. Nella realizzazione della vostra acconciatura sposa per capelli ricci, bisognerà fare attenzione alla parte superiore: è qui che i vostri ricci potrebbero “ribellarsi” creando dei brutti effetti fotografici.

 

Si potrà ovviare a questo problema, provando a farsi fotografare durante le prove dell’acconciatura.

 

Giorgia Bertoldi Makeup & Hair Stylist 

 

Acconciatura sposa per capelli ricci: consigli e ispirazioni per chiome ribelli

READ MORE