PPrenota una prova
Menu

Skip to Content

Blog Archives

Cera per sopracciglia Anastasia brow freeze

Cera per sopracciglia Anastasia brow freeze tante volte ho scritto dell’importanza delle sopracciglia nel make up.

Ma mai come in queste ultime tendenze è diventato un vero e proprio must.

A tal punto che io stessa, come make up artist di una certa esperienza, potrei uscire struccata ma con le sopracciglia assolutamente in ordine.

Cera per sopracciglia Anastasia brow freeze tante volte ho scritto dell’importanza delle sopracciglia nel make up.

Ma cosa si intende per ordine?

Questi sono i passaggi fondamentali per chi vuole ottenere delle sopracciglia curate con pochi sforzi.

L’importante è una cura costante.


Il primo step è dar forma e definizione. Per chi non fosse esperto è preferibile affidarsi ad un professionista.

Evitare danni permette una buona riuscita dell’effetto desiderato.

Tagliarle è il secondo step.

Cera per sopracciglia Anastasia brow freeze tante volte ho scritto dell’importanza delle sopracciglia nel make up.

Lo sapevate?

Anche in questo caso sarebbe meglio affidarsi ad un professionista in quanto il taglio non dovrà essere uguale in ogni punto della sopracciglia.

Al contrario ci saranno punti in cui la forma stessa del pelo ci suggerisce dove lasciarlo più lungo e dove spuntarlo qualche millimetro in più.

Una volta ottenuta una forma definita passiamo al nostro make up quotidiano.

Cera per sopracciglia Anastasia brow freeze tante volte ho scritto dell’importanza delle sopracciglia nel make up.

Anche le sopracciglia più belle necessitano di piccoli ritocchi con la matita.

È importante coprire i “buchi” naturali del pelo ricreando con la matita un simil pelo con un colore che si avvicini il più possibile al vostro.

La cera per sopracciglia è il segreto di bellezza per delle sopracciglia perfette.

Applicandolo prima della matita dà il così detto effetto piumato di cui tanto si parla ultimamente.

L’effetto piumato è in accordo con il concetto delle sopracciglia folte e grandi, ma soprattutto con un effetto naturale.

Cera per sopracciglia 

Per creare un effetto glamour ma allo stesso tempo naturale la cera scolpisce e fissa ogni singolo pelo.

La tenuta è eccezionale per delle sopracciglia folte tutto il giorno.

Ma soprattutto l’effetto è naturale perché questa formulazione non irrigidisce il pelo ne tantomeno lascia residui o grumi.

Per chi comincerà ad utilizzarlo diventerà irrinunciabile esattamente come il mascara tutte le mattine!

READ MORE

Shooting on Amalfi coast

Shooting on Amalfi coast è sempre gratificante partecipare ad uno shooting.

A di stanza di tempo aprire per la  prima volta il file degli scatti provoca in me un’emozione sempre fortissima.

Quando oltretutto la magia della location ti da già la certezza della riuscita del progetto l’emozione diventa ancora più grande.

Tutto parte da un concetto di tradizione che la costiera amalfitana ha intrisa nell’aria ed in ogni elemento che la
compone.

Una tradizione che viene sapientemente fusa con l’innovazione.

L’innovazione di un progetto che mi era particolarmente a cuore.

La palette composta di blu, rosa pesca, avorio e oro è ben esaltata dalla bellezza di una modella che richiama il passato con i suoi colori eterei.

Shooting on Amalfi coast è sempre gratificante partecipare ad uno shooting.

Le decorazioni floreali rompono le regole della tradizione proponendo il nuovo con delle soluzioni alternative che richiamino la location, i colori del mare e del cielo.

Tutto grazie alla dedizione in questo progetto di Sartoria Floreale.

Daniele Pierangeli ha colto il senso del progetto, fermandolo nei suoi scatti così comunicativi d’impatto.

L’abito da sposa in seta appartiene all’accurata produzione di Cortana Bridal.

È un abito che ha un forte richiamo al passato anche se i dettagli rompono gli schemi approdando al nuovo.

Design e planning nelle mani di Giulia Zambon esplicitano tutta la passione e i sogni di un progetto unico e concreto.

I gioielli non potevano essere che di Cartier, azienda non soltanto leader nel settore ma che soprattutto racconta una storia.

Una lunga tradizione che non solo racconta la storia di un’ epoca, ma che soprattutto la rappresenta in tutto il suo fascino.

E poi ci sono io, un look maker che si entusiasma per il nuovo ma
soprattutto per il vecchio.

Shooting on Amalfi coast è sempre gratificante partecipare ad uno shooting.

Dove la fusione tra la “Dolce Vita” e la “nuova era” hanno dato vita in me ad una grande ispirazione.

I meravigliosi occhi magnetici della sposa sono stati enfatizzati con caldi toni del bronzo e del marrone caldo.

Le labbra color pesca le ho scelte perché richiamano numerosi elementi.

Non solo richiama la palette stessa di questo progetto, ma soprattutto si lega ad un immagine eterea, semplice
ed innocente che caratterizza le donne d’altri tempi.

Esse creano una combinazione vincente con un trucco così incisivo, senza esser troppo vistose.

Lo chignon basso è caratterizzato da quella morbidezza e leggerezza tipica del nuovo trend.

E una semplice rivisitazione del classico chignon basso, ma che con la sua semplicità denota l’eleganza necessaria in un simile contesto.

Il tutto arricchito da un accessorio che amo particolarmente.

L’oro che lo caratterizza è arricchito dalle perle, un forte richiamo anch’esso alla tradizione, che dona quel tocco di sofisticatezza in più.

READ MORE

Se il tema del tuo matrimonio fosse il rosa come abbineresti il make up?

Se il tema del tuo matrimonio fosse il rosa come abbineresti il make up? qual è il colore più romantico del mondo cromatico?

Il rosso rappresenta la passione ma il rosa è decisamente l’emblema dell’amore sbocciato, della tenerezza e del romanticismo.

Quale colore vi rappresenta di più?

Sì perché la scelta della palette cromatica è molto personale ed è sempre e comunque la rappresentazione della vostra personalità e di ciò che volete trasmettere nel vostro evento.

Vi posso dare il mio punto di vista?

Nel mio immaginario il rosa è un colore che ha il dono dell’eleganza ed ha la virtù di sposarsi meravigliosamente con un’infinità di idee.

Se il tema del tuo matrimonio fosse il rosa come abbineresti il make up? qual è il colore più romantico del mondo cromatico?

 

Ma se sogniamo di dare una caratteristica particolare al nostro evento il rosa antico è, nel mio immaginario, la palette vincente.

Perchè il rosa antico?

Esso si distingue dalle scelte cromatiche più diffuse.

Il rosa antico si riallaccia al vintage, e voi sapete quanto io sia amante del vintage con o senza le influenze moderne.

Sempre e comunque insomma…

Cosa ci ispira una palette rosa antico?

I toni del pastello abbinati a colori chiari che faranno da sfondo come il panna oppure il bianco, mantenendo uno stile puro e delicato.

Il tulle e lo chiffon fanno da protagonisti in un ambientazione in cui il romanticismo è la parola chiave.

La bellezza impalpabile, pura ed eterea della sposa richiamerà i toni della natura proprio quando la stagione più bella dell’anno ne stimolerà il risveglio.

Il look come lo immagino?

Le parole che determineranno la mia ispirazione sono: natura, purezza, delicatezza e romanticismo.

Se il tema del tuo matrimonio fosse il rosa come abbineresti il make up? qual è il colore più romantico del mondo cromatico?

 

I capelli saranno semisciolti molto morbidi con delle onde così naturali da sembrare frutto della spontaneità.

O perché no, raccolti in un’acconciatura bassa dove piccole ciocche saranno libere di incorniciare il viso in uno stile dove la parola “pulito” non ci appartiene.

Il makeup sarà intenso ma con colori molto delicati che esaltino quel concetto di purezza che si vuole trasmettere.

Un trucco naturale ma che esprimerà la sua intensità giocando con le ciglia finte giuste.

Quelle ciglia che diano un tocco di naturalezza ma esaltando lo sguardo.

Quindi è importante la scelta della tipologia giusta perché non tutte possiedono questa preziosa peculiarità.

Cosa manca in questa meravigliosa cornice di un candido romanticismo?

Solo voi sposi con il vostro più bel bacio che vi siate mai scambiati…quello del sì!

READ MORE

Couperose e rosacea, tra le cause anche il freddo.

Couperose e rosacea, tra le cause anche il freddo.

Couperose e rosacea, tra le cause anche il freddo: colpisce moltissime persone, soprattutto donne, ed è fonte di grande disagio. Tra le cause sembra esserci anche il freddo e, in generale, gli agenti atmosferici. Ma come prendersene cura?

E quale tipologia di make-up prediligere? Scopriamolo insieme in questo articolo!

 

Nonostante le “gote rosse” siano spesso indice di salute e benessere, nel caso della couperose e rosacea – purtroppo – non è esattamente così. Si tratta, infatti, di una dermatite cronica benigna che, più comunemente, interessa soggetti con carnagione chiara.

 

Si presenta spesso sul viso, in particolare sulle guance, sulla fronte, sul naso ed è motivo di grande disagio per chi ne soffre. Le cause non sono ancora chiare, ma sembrerebbe che il freddo (insieme a eccessivo consumo di alcol, cibi speziati e stress), contribuirebbe a peggiorare la situazione clinica.

 

Couperose e rosacea sono la stessa cosa?

 

Ma come si distinguono queste due patologie? Secondo gli esperti, la couperose è solo uno degli stati della rosacea che, in questi termini, sembra riflettere un quadro clinico più complesso.

 

Cos’è la couperose

 

La couperose, infatti, viene definita come un inestetismo della pelle che interessa donne con più di 30 anni, che soffrono di cute sensibile e secca. Si presenta con un arrossamento intenso su alcune parti del viso come guance e naso, ma può arrivare anche al collo.

 

L’arrossamento, che inizialmente è transitorio, tende poi a trasformarsi in permanente. Il disturbo compare a causa di una grande fragilità capillare che può essere sia acquisita che congenita. Tra le cause, come detto prima, potrebbe esserci anche la sovraesposizione agli agenti atmosferici, ai raggi del sole e ad umidità.

 

Cos’è la Rosacea

 

A volte, la couperose può anche evolvere in rosacea, una vera e propria malattia infiammatoria della pelle comune sia tra le donne che tra gli uomini dopo 30 anni. Nei casi di rosacea, il viso è molto arrossato e interessato da lesioni anche brucianti e doloranti.

 

Tra le cause che portano a soffrire di rosacea, sembra che ci sia anche il forte stress, l’assunzione di alcool e i cibi particolarmente speziati.

 

Couperose e rosacea: i trattamenti

 

Per la couperose e la rosacea – e chi ne soffre lo sa – non esistono dei veri e propri trattamenti risolutivi. Normalmente, per trattare la couperose si fa riferimento a prodotti cosmetici come creme lenitive e calmanti.

 

Molto utili anche le protezioni solari con un fattore di protezione (SPF) 30 in inverno e più alta d’estate. Un’alternativa potrebbe essere anche quella di applicare foto riflettenti a base di argilla per tenere coperti i vasi sanguigni dai raggi solari.

 

Altre terapie fisiche più invasive prevedono anche di chiudere i vasi sanguigni più dilatati del viso ricorrendo al laser o alla luce pulsata, unici strumenti in grado di rendere meno visibili i segni della malattia.

 

Curare la rosacea, invece, risulta più difficile: per definire la terapia adatta bisogna tenere conto di tanti e diversi fattori, tra cui le cause scatenanti della malattia. Normalmente, si fa affidamento a farmaci vasocostrittori e antiinfiammatori. In ogni caso, se credete di aver sviluppato questa patologia, vi consigliamo di rivolgervi a uno specialista dermatologo.

 

Make-up con couperose e rosacea

 

In casi di couperose e rosacea, il make-up viene in nostro soccorso. Il primo step fondamentale sarà quello di utilizzare un primer fissativo pre make-up di colore verde, perfetto per “spegnere” le infiammazioni e i rossori presenti sul viso.

 

Secondo step, un fondotinta di altissima qualità adatto per pelli sensibili e a cui unire gocce di siero illuminante per un base super glow. Il terzo step, il blush, prevede molta cautela: stendetelo soltanto sulle parti interessate e non esagerate con il prodotto.

 

Infine, truccare gli occhi con ombretti dai toni caldi e morbidi. Unico diktat? Divieto assoluto di toni sul rossiccio per gli occhi, permessi quelli sulle labbra.

 

Couperose e rosacea, tra le cause anche il freddo: ecco come prendersene cura

 

Giorgia Bertoldi Hair and Makeup Stylist

READ MORE

Tendenza Make up viso glow labbra mat

Tendenze Make Up  viso glow  labbra mat 

 

Tendenza Make up viso glow  labbra mat cosi diamo vita ad un finish vellutato e dall’effetto glow, poche linee nette, molte sfumature e labbra in primo piano.

Le ultime tendenze in fatto di make up per il 2020 sono una vera e propria espressione di un stato d’animo: una donna che guarda al futuro (con un viso glow), ma che resta fedele al mat, soprattutto sulle labbra, rosse e sempre sotto i riflettori. 

Tendenza Make up viso glow  labbra mat

Giochi di sfumature, colori pastello e labbra in primo piano. Gli ultimi trend vogliono un trucco sempre più naturale e meno costruito, iniziando dalle ciglia (finte, ma con effetto super naturale), le sopracciglia pettinate verso l’alto sempre più folte, passando per gli occhi (con tinte bronzate e colori terrosi e naturali), finendo sulle guance con nuance pescate.


Per le labbra, invece, il protagonista è sempre uno: il mat! Un colore pieno e intenso tipico del finish mat, che potrebbe essere perfetto non solo per le labbra ma anche per il resto del viso. In perfetta sintonia con il mat è il sempre più amato “glow”, la nuova interpretazione del trucco “nude”.

Tendenze Make Up trucco naturale ed effetto glow


Dall’Inglese “glow” che vuol dire, tra le altre cose, “risplendere”, questa tipologia di trucco punta tutto sulla luminosità naturale della pelle del viso. L’incarnato uniforme e il blush vanno in secondo piano: il glow è ormai sempre più amato, soprattutto da moltissime vip dello spettacolo.

 

Ricrearlo non è difficile: basta utilizzare le texture giuste, preferibilmente cremose e liquide, spesso molto evanescenti. Il segreto, però, è quello di esaltare le zone più “sporgenti” del viso, come zigomi, naso, labbra, creando punti luce e dando alla pelle dunque un aspetto super luminoso e quindi giovanile.

 

Per rendere un make up glow più deciso, basterà giocare con eye-liner e forme geometriche, puntando dunque sulla rima cigliare, lasciando spazio sempre all’effetto naturale. Per quanto riguarda le nuance, ricordate sempre che le nuance bronzate e aranciate sono perfette per pelli mediterranee, mentre quelle più rosate (più fredde) tendono a scaldare l’incarnato.

 

Tendenze Make Up  labbra mat e giochi di colore


Pelle glow, occhi voluminosi ma naturali e labbra mat con un bel rossetto rosso. E’ stato il protagonista delle passerelle di questo autunno 2019 e, in verità, possiamo affermare con decisione che il rossetto non sia mai tramontato davvero, anche con l’avvento dei nuovi nude.

 

Rappresenta una vera e propria dichiarazione di personalità e carattere della donna di oggi, nonché quel tocco in più capace di dare un tono deciso a qualsiasi make up, anche il più nude e dunque glowly! Le nuove tendenze lo vogliono mat, mentre il glossy rimane di tendenze per le giovanissime.

 

Tra le nuance, sono ai primi posti tra le tendenze Make Up A/I 2020 l’amatissimo Rosso Valentino, i rossi aranciati con punte di giallo, non corallo (perfetti per donne con colori dorati e occhi dal verde al nocciola) e, infine, il tipico autunnale tra il lampone, il bordeaux con punte di blu (perfetto per “sbiancare” i denti e su visi poco spigolosi e più tondeggianti).

 

Tendenze Make Up A/I 2020: viso glow e labbra mat in primo piano

Giorgia Bertoldi Make Up & HairStylist

https://www.ilgiardinofioritodellespose.it

READ MORE

Contouring sposa, sì o no? Consigli e tendenze del wedding make-up

Contouring sposa, sì o no? Consigli e tendenze del wedding make-up

 

Alzi la mano chi non ha mai sentito parlare del contouring. Anche le meno esperte sanno che si tratta della tecnica di trucco utilizzata dai professionisti del make-up per correggere e valorizzare i lineamenti del viso, giocando con ombre e luci. Scopriamo insieme il contouring sposa e le ultime tendenze in questo articolo!

 

E’ in grado di donare luminosità al viso, evidenziandone i punti migliori e ombreggiandone altri. La tecnica del contouring affonda le sue radici nel tradizionale make-up arabo. Soltanto negli ultimi anni è spopolata in occidente e oltreoceano, soprattutto tra i vip.

 

Sembrerebbe, infatti, che sia stata l’attrice e modella Kim Kardashian la prima ad aver provato – e lanciato tra i suoi milioni di follower – questo beauty look. Chiaramente, si tratta di una procedura non adatta al trucco di tutti i giorni, ecco perché ci concentreremo soprattutto sul contouring sposa.

 

 

Contouring sposa: il trucco correttivo per il giorno del sì

 

Molte sposine appaiono, inizialmente, preoccupate all’idea di provare il contouring sposa per il giorno delle loro nozze. La paura è l’ “effetto cerone” sul viso, perché ricoperto da tanti strati di trucco.

Paura fondata, se non ci si affida a professionisti ed esperti make-up artist. In realtà, invece, il contouring sposa è l’ideale per le fotografie e per i video, soprattutto quelli del matrimonio: dona un effetto tridimensionale al viso, scolpisce i lineamenti del volto più sporgenti, uniformando e creando equilibrio.

 

Ecco perché si parla anche di trucco correttivo in questo senso. L’importante è – come in ogni cosa – non esagerare e scegliere la palette e i prodotti adatti al proprio incarnato e al tipo di pelle. La prima regola è una: i colori chiari aumentano gli spazi, mentre quelli scuri li diminuiscono. L’avorio o il giallo, invece, doneranno luminosità nei punti giusti.

 

Contouring sposa: quali prodotti usare?

 

In linea generale, per realizzare un make-up contouring sposa è possibile utilizzare sia prodotti in crema che in polvere. La seconda regola è, infatti, quella di sfumarli bene. Soltanto un professionista riuscirà ad utilizzarli bene entrambi – e insieme – senza eccedere nei prodotti e creando un’armonia perfetta.

 

Inoltre, è fondamentale non utilizzare troppa crema viso per non appesantire la pelle: il risultato potrebbe essere la solita e antiestetica pelle lucida (le spose con pelle mista capiranno) nella zona T. Se la vostra è una pelle chiara, saranno adatti a voi tonalità che vanno dal bianco al panna, passando dall’avorio al giallo.

 

Se, invece, la vostra carnagione è più scura, saranno perfette delle terre cipriate sui colori del nocciola o marroni. Tra gli illuminanti, invece, hanno un posto d’onore i pigmenti aranciati, perfetti per illuminare pelli tendenti al grigio e spente.

 

Contouring sposa: concludere con lo Strobing

 

Il contouring sposa non può che completarsi con una delle ultime tendenze wedding make-up: lo strobing. Letteralmente “lampeggiare”, è quella tecnica destinata a ricreare sul viso quegli effetti simili agli abbagli del flash. Si tratta di un effetto davvero strong ed è consigliato solo a quelle spose che vogliono osare un po’ di più, soprattutto con la base.

 

L’intento vero è soprattutto quello di eliminare l’effetto lucido tipico della zona T che viene fuori nelle fotografie. Con lo strobing, invece, ci sarà spazio per un effetto madre perla, satinato e opaco quasi fiabesco, su una base assolutamente perfetta di contouring.

 

Giorgia Bertoldi Make Up & HairStylist

Photo Credits: Pintrest

READ MORE

Come togliere le macchie di abbronzatura?

Come togliere le macchie di abbronzatura? Consigli per arrivare perfetta al giorno del “Sì”

 

Come togliere le macchie dell’abbronzatura?  E’ bello abbronzarsi in tutta sicurezza? I raggi solari sono capaci di dare robustezza alle ossa, donando luce e brillantezza alla pelle. Non appena ci abbronziamo, qualsiasi abito ci sta a pennello, figuriamoci quello da sposa! A volte, però, può accadere che – se presa in maniera errata – l’abbronzatura formi macchie fastidiose e antiestetiche. Vediamo come intervenire per arrivare perfette al giorno del “Sì”!

 

Principalmente la causa è sempre la stessa: pelle secca e disidratata. Dunque, se anche voi vi state chiedendo come togliere le macchie di abbronzatura, probabilmente la vostra pelle necessita di una profonda idratazione. Capita, alle volte, di distrarsi e di prendere il sole in maniera errata: segno del costume sbagliato, le bretelle di una canotta, l’orologio, gli occhiali, ecc.

 

Ma se siete delle bride to be, sappiate che le possibilità di rimediare sono maggiori se l’incidente è avvenuto ad almeno 10 giorni dal grande giorno. Vediamo come intervenire!

 

Come togliere le macchie di abbronzatura, prima regola: esfoliare


Dopo 2/3 giorni dall’esposizione – ahìnoi – infelice, comincia esfoliando la tua pelle per permettere alle cellule ricche di melanina di iniziare il loro “viaggio” verso la superficie. Non avere fretta: è importante, infatti, lasciare del tempo alla pelle per disinfiammarsi dopo la scottatura.

 

Se fatto nel modo giusto, uno scrub delicato non farà mai male, anche se fatto tutti i giorni su pelle abbronzata o no. Il consiglio è di utilizzare dei detergenti-scrub sotto la doccia, pratici e veloci, ideali per chi ha poco tempo. Il consiglio è di insistere nelle parti macchiate della pelle e di non utilizzare prodotti troppo aggressivi. Basteranno poche applicazioni per ottenere ottimi risultati: la vostra pelle vi ringrazierà!

 

Come togliere le macchie di abbronzatura: il succo di limone


Un altro alleato, assolutamente naturale, per togliere le macchie di abbronzatura è il succo di limone. Provate a realizzare degli impacchi di succo di limone, cetrioli e (se l’avete) acqua di rose. Il limone è uno schiarente naturale e aiuterà a minimizzare la differenza di colorito.

 

Il cetriolo, invece, è un ottimo astringente. L’acqua di rose, infine, rinfrescherà le zone arrossate. Tamponate il composto sulla pelle delicatamente e, in breve tempo, riacquisterà un colorito uniforme, naturale e sano.

 

Come abbronzarsi dopo una scottatura


Care sposine, se desiderate arrivare perfette al giorno del “Sì” dopo una scottatura che vi ha causato diverse macchie sulle pelle, il consiglio – per ultimo – è quello di esporsi nuovamente al sole. Questa volta, però, sarà assolutamente necessario utilizzare la crema protettiva giusta su tutto il corpo.

 

L’obiettivo è di raggiungere un colorito uniforme. Dunque, vi consiglio di utilizzare due creme specifiche: la prima da  spalmare su tutto il corpo prima di esporvi al sole, mentre la seconda (con un SPF maggiore della prima) soltanto sulle zone scure. Questo servirà a rallentare il processo di abbronzatura di queste zone scure, favorendo quelle più chiare.

 

Fondamentale, inoltre, è l’idratazione. Prima, dopo e durante l’esposizione, bevete molta acqua e imparate ad ascoltare la vostra pelle. Se comincia a tirare oppure è visibilmente secca, idratatela al meglio spalmando quantità generose di crema protettiva.

 

Come togliere le macchie di abbronzatura? Consigli per arrivare perfetta al giorno del "Sì"

 

Giorgia Bertoldi Make Up & HairStylist

http://giorgiabertoldi.com

http://www.fashionmanicure.it/contatti/

READ MORE

Come si usano le coppette?

Come si usano le coppette?

Ciao a tutte voglio parlarvi di un metodo molto antico che sta ritornando di gran moda, sono le coppette o coppettizzazione, sono ormai in silicone ma nei tempi antichi erano di ceramica, anche in bambù o vetro.


C’è chi dice che furono gli antichi egizi ad inventarle, chi invece che siano state introdotte nell’estremo oriente!
Poco importa, ma la loro funzione é davvero eccellente.


Possiamo dire che è un lifting non invasivo.


Vengono applicate sul corpo, in questo caso sul viso come una ventosa, in modo da stimolare la circolazione sanguina e linfatica; questo sistema contribuisce ad eliminare i ristagni di tossine e ridona in questo modo energia vitale all’organismo.


Per far aderire le coppette serve creare un sottovuoto, come se fossero delle ventose, ovviamente per farle scorrere meglio sul viso, stiamo applicando una crema idratante ma andrà benissimo anche un siero.


La funzione come dicevo è quella di fare un piccolo scollamento cutaneo, creando del calore conta pressione a vuoto.


Si creeranno dei rossori, ed è da quello che noterete la microcircolaione attivarsi, che porterà nutrimento alla tua pelle.


Non fate durare piu di 20 minuti questa operazione, ed è un ottimo sistema anche per spalmare la crema.


Il risultato è immediato e non invasivo.
Son certa che sarete entusiaste anche voi.


READ MORE

Come scegliere la truccatrice per il tuo matrimonio

Come scegliere la truccatrice per il tuo matrimonio.

 

READ MORE

Il Lavoro di una Make Up Artist

Il Lavoro di una Make Up Artist.

 

 

READ MORE