PPrenota una prova
Menu

Skip to Content

Category Archives: trucco e acconciatura sposa

Qual è il giusto colore del fondotinta? 

Qual è il giusto colore del fondotinta? Un’altra domanda che mi viene posta dalle mie spose durante le prove allo studio è la scelta del colore del fondotinta.

A volte questa domanda è suscitata dal fatto che un professionista dimostri di trovare al primo colpo

la tonalità perfetta, e mi rendo conto che per chi non è del mestiere non deve essere affatto semplice capire come ci sia riuscito.

Qual è il giusto colore del fondotinta?

Effettivamente la tonalità sbagliata può compromettere completamente anche un bel trucco.

Innanzitutto il primo step è capire se la nostra pelle necessita più di un tono neutro, beige,

dorato o rosato, sto parlando più specificatamente del sottotono della pelle.

Molti brand hanno una scelta vastissima dei sottotono per far si che le proprie clienti riescano a scegliere il giusto fondotinta che si fonda con il proprio incarnato.

La scelta del sottotono segue correnti di pensiero diverse:

alcuni professionisti pensano che l’ideale sia contrastare con il colore opposto ed effettivamente questa è una tecnica che può funzionare

se effettuata da una mano esperta a scanso di qualsiasi errore.

L’altra teoria quella forse maggiormente utilizzata e consigliabile soprattutto a chi di esperienza ne ha poca,

è la scelta del sottotono che si avvicini ma non sia completamente identico in modo da non amplificarne ancora di più i colori.

Qual è il giusto colore del fondotinta?

Il modo migliore è quello di testare direttamente sul viso il fondotinta in modo da capire se il sottotono si sposi talmente bene da sembrare impercettibile.

Una volta compreso se la nostra pelle ha un sottotono neutro, rosato beige o dorato la scelta del colore diventerà automaticamente più facile.

Per quanto riguarda il colore appunto, la regola fondamentale è non acquistare mai un fondotinta più chiaro rispetto al proprio incarnato

a meno che non ci siano esigenze particolari in quanto gli effetti sarebbero disastrosi.

Al contrario quelli leggermente più scuri e,ripeto leggermente, sono concessi soprattutto quando si nota un incarnato eccessivamente pallido.

Un ulteriore appunto è la scelta della texture. Anche questo è un punto importante se si vuole adoperare la base perfetta.

Quindi sarebbe opportuno valutare la tipologia di pelle, ovvero che sia secca, grassa o mista.

Qual è il giusto colore del fondotinta?

L’errore più compromettente che si possa fare è scegliere la texture sbagliata in quanto la pelle non risulterebbe luminosa bensì in condizioni peggiori di quello che è in realtà.

Quindi attenzione principalmente alla pelle secca, mista o grassa in modo da scegliere quello che ben si abbini ad aiutare questa problematica.

Un problema che spesso incontro in chi non ha esperienza è la scelta del fondotinta che non idrati una pelle troppo secca.

Tanto per essere più chiari questo comporterebbe un aggravamento visivo dell’epidermide a tal punto da far risultare migliore l’aspetto di una pelle senza trucco.

A costo di ripetermi troppe volte mi piace spiegare alle mie clienti che la cura dell’epidermide viene prima di ogni altra cosa.

Se la pelle è luminosa, ben idratata e rinnovata con qualche scrub in più sarà oltretutto più facile ottenere quell’aspetto radioso che tutte voi sognate acquistando il fondotinta dell’ultimo trend!

READ MORE

Olii per capelli ma funzionano? 

Olii per capelli ma funzionano?  In risposta vi dico non solo funzionano ma possono fare miracoli,

ma il segreto è saperli utilizzare nel modo giusto altrimenti ne sfrutterete solo una minima parte del loro enorme potenziale.

Prima di tutto una precisazione su quali olii utilizzare: tutti quelli al 100% naturali di cui sotto stilerò l’elenco.

Non che quelli chimici non vadano bene intendiamoci ma sono due concetti totalmente diversi.

Olii per capelli ma funzionano?

Se vogliamo far uso di quello chimici il momento giusto è sicuramente dopo una piega o comunque dopo aver pettinato i capelli come finish per lucidarli ulteriormente,

quindi in pochi secondi il gioco è fatto.

Ma quando parliamo degli olii al 100% naturali si intende una cura che va in profondità del capello,

un vero e proprio impacco di bellezza che necessita oltretutto una maggior fetta di cura e tempo da parte nostra.

Olii per capelli ma funzionano?

Quali sono e come usarli :

Il metodo di utilizzo come dicevo richiede tempi più lunghi perché solitamente l’applicazione di un olio naturale avviene come un vero e proprio impacco.

Quest’ultimo deve rimanere in posa minimo 30 minuti fino a…quando il tempo ve lo concede, perché più resta in posa migliori saranno i risultati.

Olii per capelli ma funzionano?

Scaduto il tempo i capelli vanno risciacquati con uno shampoo ed un balsamo specifici per il vostro capello (sarebbe buona abitudine usarne sempre di quelli specifici) e metterli in piega come usate fare nella vostra quotidianità.

Io personalmente preferisco metterlo prima di andare a dormire

( se sono lunghi chiudeteli in una treccia)e lavarli il giorno dopo,

questo perché innanzitutto riesco a sfruttare più ore di posa ma soprattutto perché durante la notte, momento di riposo si sa, il nostro corpo recepisce tutto ancora meglio!

Ora vediamo quali sono i migliori olii naturali per capelli

L’Olio di cocco è molto indicato per i capelli secchi e danneggiati,

è un olio essenzialmente molto grasso che ha la peculiarità di solidificarsi con le temperature invernali e fluidificare durante il caldo estivo

L’olio di mandorla:

è un prodotto multiplo essendo ottimo anche per idratare la pelle del corpo oltre che per nutrire i capelli sciupati e lenire il prurito sulla cute.

L’Olio di argan :

controllate sia puro al 100% perché a volte non facciamo caso agli ingredienti nello specifico e anch’esso è un ottimo impacco per le doppie punte e per eliminare il crespo.

L’olio di Neem :

è ricco di vitamina E. Stimola la crescita del capello ed è ottimo come impacco anti forfora

L’olio di semi di lino:

è un ottimo ristrutturante, elimina l’effetto crespo e rende i capelli estremamente lucidi e morbidi.

L’olio di semi di zucca:

è l’ideale per i capelli sfibrati e deboli rinforzandoli prevenendone la caduta.

Non usatene tanto, bastano poche gocce perché essendo molto grasso richiede maggior attenzione nel risciacquo.

Tutti gli olii naturali vanno acquistati al 100% naturali

senza ulteriori ingredienti aggiunti in quanto devono essere ottenuti semplicemente

dalla lavorazione dei frutti e dei nòccioli in cui risiedono tutti i principi attivi utili per i nostri capelli. E la nostra chioma ringrazia.

Al prossimo appuntamento

Giorgia Bertoldi

READ MORE

Cosa fare con il brufolo del giorno

Cosa fare con il brufolo del giorno prima questa è una piccola scocciatura che nessuna sposa vorrebbe avere a pochi giorni dalla data.

Ma sono effetti normali scaturiti tante volte dall’ansia, dal ciclo mestruale o qualche cibo di troppo.

Quindi è inutile affliggersi, anche perché di rimedi se ne potrebbero contare tantissimi, tutto sta a decidere se si preferisce quello omeopatico oppure correre direttamente in farmacia.

Cosa fare con il brufolo del giorno

Io oggi ne ho scelti principalmente due da spiegare in questo articolo ma per un motivo molto semplice.

Il primo è un prodotto naturale di cui parlo con cognizione di causa in quanto personalmente non potrei starne senza.

Cosa fare con il brufolo del giorno

Il secondo invece è un prodotto sos da acquistare (di corsa) in farmacia con ottime recensioni.

La tintura madre di Thuya è un prodotto omeopatico per me utilissimo tanto da non poterne più fare a meno.

Viene utilizzato nel trattamento delle malattie che colpiscono la pelle, principalmente su verruche ma anche su altre come i brufoli appunto.

Si utilizza assoluto bagnando un cotton fioc e applicandolo direttamente sulla parte interessata.

Cosa fare con il brufolo del giorno

Non aspettatevi il miracolo della scomparsa istantanea, come sapete la nostra pelle ha un processo di guarigione fisiologico che richiede delle tempistiche

ma sicuramente questa tintura può essere a modo suo miracolosa perché provoca comunque un arresto della crescita del brufolo diminuendone le dimensioni in maniera evidente.

Anzi in alcuni casi, e lo posso dire per esperienza personale, se preso in tempo sul nascere nelle sue prime 24 ore il brufolo viene stroncato nella sua evoluzione in poche ore.

La Thuya ha tantissime peculiarità ed ha un largo utilizzo per molte problematiche.

Tant’è vero che oltre per lo sporadico brufolo che mi potrei ritrovare una mattina al risveglio, a volte lo utilizzo anche per gli stati d’ansia.

A tutti può capitare un periodo un po’ più impegnativo per cui lo stress si fa sentire.

E diciamo che star più sereni ci aiuta di conseguenza anche a proteggere la nostra pelle da sorprese indesiderate!

Cosa fare con il brufolo del giorno

Per chi invece volesse affidarsi alle proprietà dell’argilla verde c’è in vendita un prodotto con ottime recensioni che mai nome è stato più “azzeccato”.

Uriage hyseac pasta sos parla già da se.

Questa formula associa l’olio di scisto con l’azione assorbente dell’argilla verde e l’effetto cheratolitico dell’ossido di zinco.

Il tutto contenuto nell’acqua termale di Uriage per una protezione della pelle più efficace.

Una raccomandazione nell’utilizzo di questa crema è un uso strettamente localizzato in quanto tende a seccare molto l’epidermide, per questo motivo e bene applicarla solo nei punti critici.

Cosa fare con il brufolo del giorno

Anche in questo caso,come per tutti gli altri prodotti mirati per i brufoli, bisogna avere sempre la pazienza di attendere i processi fisiologici dell’epidermide.

Ognuno di noi ha un processo di guarigione piu rapido o meno, ma sicuramente un supporto può fare una grande differenza.

READ MORE

Maschera al melograno

Maschera al melograno oggi mi sono presa una giornata di relax dedicata alla bellezza, perciò quale occasione migliore per mettersi all’opera con una maschera fai da te.

Tutto è partito dal melograno che ho avvistato al supermercato,

l’idea ha preso subito piede dentro di me proprio perché le virtù di questo frutto sono di un valore inestimabile.

Problemi di rughe o macchie anti età?

O di pelle grassa tendente all’acne? Il melograno è la soluzione migliore per una pelle luminosa e perfetta.

Maschera al melograno

Il melograno ha grandi doti antinfiammatorie, perciò è un ottimo rimedio per far guarire rapidamente la pelle dai brufoli prevenendone l’ulteriore formazione.

Stimola inoltre la produzione di collagene contrastando gli inestetismi dell’età rendendo la pelle più elastica e tonica.

Questo frutto e infatti ricco di vitamine, minerali, fibre e antiossidanti un vero e proprio cocktail di salute.

La salute arriva innanzitutto da dentro si sa, motivo per cui è sempre bene assumere alimenti come questo per assicurarci una giusta assunzione di nutrienti;

ma per un trattamento d’urto vale la pena utilizzarlo per maschere fai da te soprattutto quando viviamo periodi di stress.

Maschera al melograno

Una coccola fa bene al corpo ma anche alla mente, perciò regaliamoci momenti di relax

quando tutto va di corsa e non abbiamo molto tempo per la cura di noi stesse e probabilmente ci sentiamo più trascurate del solito!

Il primo step consiste nel mettere:

in un frullatore tutti i semi del melograno creando una pasta pronta ad essere amalgamata ad ulteriori ingredienti naturali in base alla maschera che vogliamo preparare.

Qui di seguito ho selezionato alcune possibili ricette scelte in base alle esigenze più diffuse tra tutte noi in relazione però al mio gusto personale.

Sta a voi scegliere quella che ritenete in linea con le vostre necessità

Maschera al melograno

MASCHERA PER PELLI SECCHE

l’ideale sarebbe mescolare al succo di melograno un cucchiaio di miele.

Applicandolo sul viso e lasciandolo in posa per almeno 30 minuti la pelle risulterà subito più luminosa ed idratata.

MASCHERA CONTORNO OCCHI

mescolare lo yogurt bianco con il succo di melograno fino ad ottenere una buona pastosità,

stendere sul contorno occhi e lasciare agire per 10 minuti. Il vostro sguardo sembrerà appena tornato da una vacanza!

MASCHERA ANTIRUGHE

mescolare 3 cucchiai di succo di melograno 2 di yogurt bianco 1 cucchiaino di miele e qualche goccia di succo di limone

Applicatela sul viso lasciandola agire 20 minuti

Tutte le maschere vanno risciacquate con acqua fresca in modo da energizzare ulteriormente la pelle;

il mio consiglio dopo ogni trattamento viso è nebulizzare sulla pelle ormai asciutta anche del buon tonico o dell’acqua termale

per completare il trattamento dando quel tocco di luminosità in più.

E il make up?

Dopo un trattamento come questo il vostro viso necessiterà al massimo di un tocco di mascara per aprire lo sguardo!

READ MORE

Maschera capelli alla castagna

Maschera capelli alla castagna Sapevate che la castagna oltre ad essere una prelibatezza è anche un frutto con tante virtù cosmetiche?

Devo dire che ho fatto un approfondimento al riguardo visto che il mio concetto di castagna è sempre stato fermo a quello di prelibatezza.

Strano ma vero, considerato che sulla cosmetica bio sono abbastanza ferrata.

Eppure la castagna è conosciuta già dall’antichità per le sue proprietà cosmetiche oltre che per i suoi valori nutrizionali.

La polpa è utilizzata sia per trattamenti dei capelli che per la pelle, La sua proprietà astringente è ottima infatti per la pelle grassa mentre dona ai capelli più lucentezza.

E non solo.

Maschera capelli alla castagna

Essa è ricca della vitamina B3 ovvero la niacina, ed il potassio.

La vitamina B3 non può essere accumulata nell’organismo ma deve regolarmente essere assunta attraverso l’alimentazione ed è importante per le cellule, la circolazione sanguigna e la protezione della pelle appunto.

Il potassio invece lo conosciamo già per le sue proprietà tra le quali anche la regolarizzazione del sebo.
Fin qui facile ma dopo questi approfondimenti sono passata alla pratica.

Per cui il primo step è stato cercare una ricetta bio della nonna visto che sono la fan numero uno di questi impacchi per capelli.

La ricetta prevede:

un decotto con una decina di bucce in un litro e mezzo di acqua per 30 minuti a fuoco basso.

Dopodiché filtrarlo e utilizzarlo ormai tiepido come ultimo risciacquo sui capelli.

Secondo voi l’ho fatto?

Ancora no! Ma in sostituzione ho comprato questa risparmiando tempo prezioso in un periodo che è sempre meno: maschera capelli riparatrice alla castagna phbio.

Non me ne vogliate se ho tradito il mio credo bio/nonna ma le castagne sono troppo impegnative quest’anno.

Maschera capelli alla castagna

Questa fantastica maschera all’olio di castagna ripara, districa e illumina anche il capello più ostico come il mio… nutrendolo ed idratandolo.

E qui arriva il motivo di questo mio convergere sull’acquisto di questa maschera: è bio al 100%, e quindi priva di parabeni, paraffine e tutte quelle sostanze che non fanno bene al nostro corpo.

È sostanzialmente composta da estratti naturali di castagna e rosmarino noti per le loro proprietà emollienti e riparatrici.

Insomma il decotto lo posticipo ad una giornata di calma e vi farò sapere!

READ MORE

Deposito di ombretto sulle palpebre

Deposito di ombretto sulle palpebre quella dell’ombretto che fa le righe sulle palpebre è una domanda che spesso mi capita da quando ho iniziato questa professione.

Purtroppo mi rendo conto che non tutti sanno come si fissa l’ombretto perché effettivamente è un errore che trovo frequentemente osservando i volti che incontro.

Ma è tanto difficile realizzare questo trucchetto?

Deposito di ombretto sulle palpebre

In realtà no, ma devo dire che ultimamente siamo anche facilitati dalla grande quantità di tutorial che si possono trovare in rete.

Sicuramente in primis c’è l’importanza della scelta del prodotto.La qualità fa tanto la differenza, ma quello che mi piace ripetere a chi non ha esperienza nel settore è che il prezzo non fa sempre la qualità.

Deposito di ombretto sulle palpebre

In più di venti anni di esperienza ho imparato che anche il brand più economico puó presentare il prodotto straordinario.

La cosa più importante è variare e testare sempre un po’ tutto e mai utilizzare un unico brand.

Il secondo step molto importante è l’acquisto di un buon primer occhi che ormai tutte le case cosmetiche producono presentandolo anche in diverse versioni.

Che sia in vasetto o in tubetto, colorato o trasparente l’importante è che faccia bene il suo dovere, sempre che venga steso con criterio.

L’ideale è stenderlo con il polpastrello, perché picchiettando e scaldando il prodotto garantiamo una stesura perfetta.

Assicurato il risultato dell’ombretto applicato successivamente che durerà tutto il giorno fino al momento dello struccante!

Per chi non amasse i primer puo esercitarsi ad utilizzare i matitoni morbidi o gli ombretti in crema.

Deposito di ombretto sulle palpebre

Questa è un’altra tecnica molto diffusa e amata dai truccatori per una serie di motivazioni, oltre ad una tenuta perfetta questa tecnica infatti crea un effetto molto più morbido e profondo.

Infine per chi è amante della semplicità può fare soltanto un utilizzo appropriato del fondotinta e della cipria per ottenere una base perfetta a prova di tenuta.

Sì perché tante volte anche noi professionisti quando vogliamo creare un trucco semplice, molto fresco e leggero ci atteniamo ai passaggi base di un buon make up.

In questo caso è essenziale per una tenuta impeccabile una stesura del fondotinta sull’occhio molto accurata con i polpastrelli o una spugnetta in lattice

e fissare poi il tutto con una cipria in polvere o compatta.

Una volta preparata bene questa base ci si potrà sbizzarrire

con qualsiasi ombretto preferito senza preoccuparsi di quelle fastidiose righe che non esaltano assolutamente la
nostra bellezza!

READ MORE

Maschera viso all’arancia

Maschera viso all’arancia cosa succede quando siamo a casa e non sappiamo come rendere produttivo il nostro tempo libero;

ma sopratutto renderlo rilassante oltre che produttivo considerati i tanti impegni che abbiamo nel resto dei giorni?

Un idea potrebbe essere proprio una maschera per il viso fai da te, che ci garantisce la freschezza degli ingredienti e risultati ottimali.

Maschera viso all’arancia

In più se consideriamo la stagione autunnale e quello che ci propone come frutta viene da sé

che la vitamina c delle arance è la migliore soluzione per la nostra pelle.

Esse sono ricche anche di vitamina a, b e di bioflavonoidi essenziali per ricostruire il collagene del tessuto connettivo e contrastare i radicali liberi.

Maschera viso all’arancia

Per questo motivo è bene farne un buon uso in cucina, questo significa che primo fra tutti il nostro corpo si cura da dentro.

Mangiarla a spicchi oppure assumerla come spremuta quotidianamente è sicuramente importante per curare la nostra pelle ed averla sempre bella e luminosa.

Maschera viso all’arancia

Oltretutto ha un basso apporto calorico ed è tanto ricca di fibre da portare benessere al nostro intestino.
Insomma un frutto irrinunciabile per la nostra tavola.

In Italia si contano ben 20 varietà circa, e la loro buccia è altrettanto importante in quanto è possibile produrne olii essenziali.

Anche l’olio essenziale all’arancia è un ottimo prodotto per la nostra pelle, grazie al suo effetto levigante e ringiovanente aiuta a contrastare le rughe.

Come preparare la maschera all’arancia antirughe/idratante:
Dopo aver spremuto mezza arancia aggiungere 1 cucchiaio di yogurt bianco e 1/2 cucchiaio di olio d’argan o di oliva

Una volta uniti tutti gli ingredienti applicare la crema ottenuta sulla pelle detersa del viso e lasciare agire per 20 minuti.

Una volta risciacquata procedere con l’abituale routine della pelle.

Maschera viso all’arancia

È consigliabile ripetere questo trattamento almeno 1 volta a settimana o quando lo richieda la pelle visibilmente spenta.

Per chi volesse invece un trattamento d’urto in un siero nutriente vi spiego come fare:

spremere un’arancia e filtrarla con della garza sterile per eliminare i residui della polpa ed ottenere così un fluido pronto per essere congelato a cubetti.

Provare per credere!

Se la vostra pelle risulta spenta e affaticata tirate fuori dal freezer questo vero e proprio rimedio d’ emergenza per tonificare in un attimo il viso passandolo anche più volte nell’arco della giornata.

READ MORE

Fiale olio mineralizzante

Fiale olio mineralizzante della struttura quante di voi sono tornate dalle vacanze ultra felici e rilassate ma con dei capelli disastrosi?

Tutte le volte che mi è accaduto quasi quasi mi veniva voglia di ritornare a casa prima (ho detto quasi!) per riprendere le mie routine di bellezza passate un po’ in cavalleria.

Solitamente ho vari “jolly” a casa, dei veri e propri sos capelli per correre ai ripari quando non sono esattamente in forma come vorrei.

Fiale olio mineralizzante

Sicuramente il fatto di metterli continuamente in piega non aiuta, le tinte o decolorazioni li seccano ancora di più e quando partiamo per una bella vacanza diamo loro il colpo di grazia.

Vuoi per la salsedine, il sole in alta montagna o solo perché ci siamo impigrite la nostra bella chioma può finire con il perdere punti clamorosamente.

 


Non è mai troppo tardi rimediare, d’altro canto riposarsi significa anche un po’ alienarsi dalla quotidianità in tutto e per tutto; l’importante ovviamente è correre ai ripari.

Così ho fatto io, dopo più di una settimana passata in alta quota i miei capelli non erano più gli stessi.

Il sole, il vento e l’aria secca, tutti elementi che non hanno giocato un buon ruolo.

I miei rimedi d’emergenza erano lì pronti ad entrare in gioco quando il mio parrucchiere mi ha battuto sul tempo con un nuovo prodotto.

Fiale olio mineralizzante

Le fiale olio mineralizzante della struttura si applicano a capello lavato dopo aver utilizzato anche un po’ di balsamo e risciacquati.

Una volta compiuta questa normale trafila tamponate i capelli, aprite questa fiala miracolosa ed applicatela a piccole dosi su tutta la capigliatura coprendo soprattutto le lunghezze.

Il liquido a contatto con il capello si riscalda leggermente e la sua composizione di sali mineralizzanti produrrà istantaneamente una morbidezza incredibile già a testa bagnata.

Attendete con il liquido in posa dai 5 ai 10 minuti ( record per chi ci riesce, io non lo tengo mai più di 5!)e risciacquate.

Sentirete al tatto un incredibile cambiamento prima ancora di asciugarli.

Passate alla messa in piega, scoprirete che non solo sarà più facile effettuarla ma soprattutto manterrà molto di più nei giorni successivi.

Senza contare l’aspetto luminoso ed idratato che il capello otterrà.

Sulle indicazioni del prodotto consigliano l’uso non solo per una ristrutturazione d’emergenza,

ma soprattutto come post trattamenti in generale come una tinta, una permanente o la decolorazione.

In più è un ottimo antiforforale per cui in quel caso bisognerà focalizzarsi più sull’applicazione della cute che delle lunghezze.

Insomma un altro rimedio inserito nella mia gold list, così mi godo le mie vacanze fino in fondo senza sensi di colpa ed una volta a casa con solo 5 minuti passano tutte le paure!

Al prossimo appuntamento

READ MORE

Il makeup non sarà troppo pesante?

Questa è una delle domande più diffuse, Il makeup non sarà troppo pesante?

Sostanzialmente è un quesito che si pongono tante donne che non hanno mai provato un trucco professionale ma sono abituate solamente al loro modo di truccarsi.

Anche in televisione a volte non sembrano tanto truccate per via delle luci degli studi che sfalsano la percezione di chi non ha un occhio ben allenato.

Ma chi ha lavorato per tanti anni come me dietro le quinte sa bene che quei make up sono frutto di un paziente lavoro nelle sale trucco degli studi televisivi.

Certo nel mio studio ho a che fare con trucchi più da vis a vis che televisivi ma il concetto rimane più o meno sempre il medesimo.

Il makeup non sarà troppo pesante?

La mia missione durante le prime prove è non solo mettere a proprio agio la mia cliente

ma soprattutto spiegarle che durante il makeup in costruzione al primo impatto può sembrare un cambiamento radicale.

La verità è che il makeup professionale non ha nulla a che fare con il trucco quotidiano che potrebbe realizzare un semplice amatore.

Di conseguenza ciò che si potrebbe constatare all’inizio è un cambiamento radicale che può

addirittura “spaventare” un po’, ma ormai è una dinamica per noi professionisti molto conosciuta e che siamo perfettamente in grado di gestire.

Il makeup non sarà troppo pesante?

Sicuramente il primo passo consiste nello spiegare alla mia cliente che queste prime percezioni

sono assolutamente normali e fanno parte della “trafila”, ma soprattutto la invito a continuare la prova makeup sulla stessa linea nonostante tutto.

Questo perché già dopo qualche minuto in più trascorso ad osservarsi allo specchio le sensazioni gradatamente si trasformano.

Solitamente finito il make up ed iniziando la prova capelli cominciano ad amare la loro nuova immagine.

Ma è sempre bello vedere il rapporto di fiducia che si instaura tra me e la cliente quando invito ad aspettare qualche minuto prima di farsi la domanda!

Certo non è una domanda che sempre mi viene posta, al contrario ci sono molte spose che non provano queste sensazioni ma sono piuttosto felici fin da subito dei risultati.

Ma la mia esperienza nel settore mi ha insegnato che la moda nel nostro paese sta seguendo un trend molto preciso che non sempre avviene in altri ambiti esteri.

Le nostre spose in Italia prediligono sicuramente un make up fresco naturale ma accompagnato da un pizzico di eleganza e ricercatezza.

Per questo noi professionisti sappiamo già come muoverci durante una prima prova riuscendo tante volte a non far nemmeno scattare la fatidica domanda.

READ MORE

Mad eyes di Guerlain le fibre per le sopracciglia

Mad eyes di Guerlain le fibre per le sopracciglia Negli ultimi anni le sopracciglia hanno acquisito un ruolo a dir poco fondamentale nella realizzazione di un make up impeccabile.

Eh si perché sono ormai rientrate tra i primi step principali da realizzare per ottenere un volto in “ordine” pronto per uscire di casa perfettamente a proprio agio.

Dopo una bella base luminosa ed un mascara appropriato alla vostra tipologia di ciglia, lo step successivo è avere la linea delle sopracciglia estremamente curata.

Per chi ha vissuto ai tempi della moda 90/primi 2000 come me è cosciente del fatto che questa suggeriva pinzetta alla mano e togliere, togliere, togliere….

Mad eyes di Guerlain le fibre per le sopracciglia

Anche per chi non è stata graziata da madre natura la questione non è andata meglio.

Ora che il trend ci suggerisce di esibire quanto più sopracciglia folte si possano ottenere, aggiungere diventa un’operazione ben più ardua.

Diverse le soluzioni per correre ai ripari e a quanto pare quella definitiva, o quasi perché rimane comunque una soluzione semi permanente, sembra essere la più gettonata.

E non a caso visto che il microblading ha ormai raggiunto delle tecniche e dei risultati incredibili ai quali io stessa ho ceduto felicemente.

Ma per chi non amasse gli aghi o comunque non si vuole far coinvolgere in soluzioni troppo “impegnative” cosa si può consigliare?

Le più esperte armate di matita o gel con pennellino annesso potranno destreggiarsi davanti ad uno specchio con un po’ di pazienza e di tempo a disposizione.

Con 2/3 minuti di calma e mano ferma si possono ottenere ottimi risultati soddisfacenti.
Ma per chi non ha pazienza o mano ferma qual’e la soluzione?

Un piccolo aiutino per un risultato ottimale ed un po’ più facile arriva da Guerlain con Mad Eyes.

Questo gel colorato è arricchito di fibre per donare un volume naturale alle sopracciglia grazie all’applicatore molto semplice da usare.

Con i suoi diversi colori si fonde perfettamente alla tonalità delle sopracciglia e la sua formula arricchita di Cera d’Api, Estratto di Cotone e D-Panthenolo diventa un siero vero e proprio che rafforza, intensifica ed infoltisce il pelo.

La Cera d’Api crea una formula più cremosa e aumenta il volume delle fibre, l’Estratto di Cotone le leviga ed ispessisce mentre il D-Panthenolo rende le fibre più flessibili.

L’effetto finale è di uno sguardo scolpito ma estremamente naturale mentre allo stesso tempo ci prendiamo cura delle nostre sopracciglia in un’era in cui le pinzette hanno un ruolo molto più contenuto!

READ MORE